Giulia Traversi

Giulia Traversi nasce in puglia l’08/08/1987, il percorso artistico comincia nell’adolescenza, quando inizia a suonare chitarra e basso elettrico, sviluppando un’attenzione e una passione per il suono, la melodia e la cultura musicale tutta. All’età di quattordici anni, iscrittasi al liceo classico della sua città, inizia un percorso letterario che trova, dopo qualche anno, la sua ispirazione principale nella drammaturgia teatrale. Si iscrive così all’università di Pisa e consegue la laurea in “Teatro come drammaturgia e come spettacolo” con una tesi triennale sulla scrittura di Carmelo Bene: “Pentesilea di Carmelo Bene. Tra testo e rappresentazione”.

In seguito si specializza in analisi della scena teatrale e in critica teatrale, partecipando alla rivista universitaria dal nome “Atti & Sipari”. Studia il teatro di ricerca italiano degli anni 90′ e le teorie post-drammatiche di Hans Thies Lehmann. Successivamente si laurea in “Storia e forme delle arti visive, dello spettacolo e dei nuovi media” con il massimo dei voti per la tesi dal titolo “Nel teatro di Motus, Antigone: trasformare l’indignazione in azione”, sulla compagnia riminese Motus.

Frequenta gli insegnamenti della casa dello spettatore di Roma e di Giorgio Testa sviluppando un’attenzione particolare per la comunicazione teatrale e la mediazione tra artisti e spettatori.

Si occupa di promozione teatrale e diffusione del teatro contemporaneo. Ha lavorato/collaborato con: NID Platform -piattaforma della danza italiana (Pisa 2014), Teatro Sant’Andrea di Pisa, Teatro Francesco di Bartolo di Buti, La Città del Teatro di Cascina, Teatro Nazionale della Toscana – Teatro Era – La Pergola di Firenze, Laura Rossi, Azul Teatro, Teatropersona, Motus. Attualmente lavora con: Irene Russolillo, Chiara Bersani, Francesca Grilli, Teatro Lux di Pisa, Teatro di Via Verdi di Vicopisano, Associazione The Thing, Associazione Ferradura. Sostiene l’occupazione e il progetto del Teatro Rossi Aperto di Pisa.

google+

linkedin